Migliorare le proprie relazioni

migliorare la propria relazione

Le relazioni intessono la nostra esistenza e dalle relazioni deriviamo spesso il nostro benessere (o malessere). Le relazioni, infatti, possono essere serene e nutrienti, dandoci soddisfazione e rafforzando l’opinione che abbiamo di noi stessi. In altri casi, invece, inconsapevolmente, scegliamo relazioni o assumiamo ruoli e posizioni che ci fanno sentire sminuiti, frustrati, insoddisfatti. In questi casi, le relazioni, invece che fonte di scambio e di gioia, possono diventare foriere di disagio, ansia e frustrazione.

Per altre persone, instaurare delle relazioni è già di per sé un momento di ansia: una scarsa autostima e un senso d’incompetenza possono bloccare la spontaneità della persona, inibirla e mettere in ombra le reali qualità della persona stessa.

Un percorso di counseling può quindi aiutare a fare chiarezza da un lato sul tipo di relazioni che scegliamo, sul ruolo e sulle dinamiche che ripetiamo, su cosa vogliamo e cerchiamo dagli altri. D’altro lato, con il counseling è possibile lavorare anche sull’autostima e sul nostro modo di porci in relazione, per cambiare l’atteggiamento nei confronti del “nuovo” e dell’approccio agli altri.

In moltissimi casi, i problemi nelle relazioni con gli altri sono dovuti a:

  • comunicazione poco efficace, che fa sì che gli altri ci fraintendano o che anche una banale discussione diventi “esplosiva” o comunque lasci strascichi negativi;
  • pensieri irrazionali che non riusciamo a confutare o a spiegarci. Ad esempio ci diciamo “se non mi chiama tutti i giorni, allora non mi vuole bene!”, senza chiederci “ma è proprio sempre così per tutti?” o senza chiarire la questione e il punto di vista dell’altro, che magari ci adora, ma non ci chiama soltanto perché teme di essere invadente o di disturbare;
  • aspettative non chiare: non vi capita mai di litigare con figli, compagni o colleghi e di dire loro: “mi aspettavo che facessi così?”. Oppure a volte siamo contrariati dall’atteggiamento di un’altra persona, ma non riusciamo neanche a capire qual è la cosa che davvero ci ha fatto arrabbiare. Molte volte sono aspettative inconsce, che diamo per scontate, senza fare chiarezze sui nostri reali bisogni e senza soprattutto chiarirli a quelli che ci circondano, ma pretendendo che gli altri possano e debbano “leggerci nel pensiero”.

Lavorare sulle relazioni (con i genitori, partner, figli, colleghi e capi…), quindi, significa:

  • prendere consapevolezza di schemi comunicativi poco funzionali;
  • lavorare su autostima e assertività nel nostro approccio agli altri;
  • capire come gestire conflitti e discussioni in modo “meno esplosivo”;
  • consapevolizzare emozioni negativi legate a relazioni disfunzionali o che “rubano” energia;
  • in ambito familiare: lavorare su modelli e modalità comunicativi poco efficaci;
  • in ambito lavorativo: migliorare il rapporto con capi e colleghi, per un clima lavorativo più sereno;
  • diventare più empatici e capaci di cogliere punti di vista differenti;
  • prendere consapevolezza di alcune dinamiche “di coppia”, ad esempio esplorare sul : “perché scelgo sempre quello/a sbagliato?”;
  • dipendenza affettiva, incapacità di stare da soli.

Valeria Salvai Professional Counselor

Valeria Salvai Professional Counselor riceve a Vigevano c/o il Centro Nonsoloyoga, Via Buonarroti 5 – 27029 Vigevano. Riceve anche a Milano in via Foppa angolo Viale Coni Zugna.

Per prenotare un appuntamento scrivere a valeria@autostimaerelazioni.it oppure telefonare al +39 349/7556247.

Share This